Voglio tinteggiare e decorare un stanza. Oddio, quali colori scegliere?

Quando si tratta di scegliere i colori per tinteggiare casa c’è chi davvero esce fuori di testa. Le possibilità cromatiche sono così tante e diverse da non sapere da dove cominciare. Una mazzetta colore contiene mediamente centinaia di colori e sfumature diverse.

Inoltre bisogna ricordarsi che dipingere una stanza con cognizione di causa aiuta a renderla più proporzionata nel suo aspetto e farla sembrare più grande nonostante le sue misure.

Lo ammetto: anche in architettura esistono degli effetti ottici, tipo il makeup femminile, in grado di modificare la percezione di un ambiente.

Diversi colori di pittura e persino diverse tonalità dello stesso colore produrranno effetti ottici differenti.

Per questo le tinteggiature interne vanno progettate con molta attenzione.

Come fare?

In linea generale, quando devi comprendere come dipingere una stanza, considera che i colori più chiari e più freschi tenderanno ad allungarsi, ossia appariranno più lontani.

I colori più scuri e più caldi invece avanzeranno, ossia sembreranno muoversi verso di noi.

Questo concetto è utile per far sembrare lo spazio più grande o più piccolo e cambiare la nostra percezione dello spazio.

Attirare l’attenzione sui punti focali e sugli aspetti positivi di una camera è importante come nascondere o minimizzare le caratteristiche non troppo attraenti.

Ci sono tanti modi e diverse idee per usare il colore quando devi allestire una casa.

Determina qual è il tuo obiettivo, tieni conto di quanta luce naturale entra nella camera ed esalta le migliori caratteristiche della tua casa con i miei semplici suggerimenti.

Ad esempio:

  • Usa il colore sui muri anche per mascherare oggetti poco attraenti.
  • Dipingere il muro a strisce verticali renderà più slanciato lo spazio della camera. Al contrario, le strisce orizzontali lo faranno sembrare più largo e tozzo.
  • Se disponi di uno spazio lungo e stretto (ad esempio un bagno o un corridoio), puoi dipingere la parete terminale (quella più corta) di una tonalità o due più scure rispetto alle altre pareti, in modo da ravvicinare la fine della camera.

Per oggi è tutto. Spero di esserti stato utile. Alla prossima!

MG